Cosa fare a Kyoto in 3 giorni – terzo giorno

ITINERARI, KYOTO | 0 commenti

Kyoto in 3 giorni: Parte nord est e tutti i luoghi meno conosciuti

Ed eccoci arrivati all’ultima parte del nostro tour di cosa fare a Kyoto in tre giorni. Dopo avervi portato nell’area ovest della città e in quella sud-est  a farvi conoscere le attrazioni più famose e conosciute, abbiamo pensato di  farvi concludere la vostra esplorazione della città offrendovi delle DRITTE DA LOCAL.

In questo post il nostro scopo è farvi trascorrere una giornata diversa dalle altre, senza dover correre da una parte all’altra della città e combattere con folle di turisti. Vi vogliamo far scoprire posti poco battuti ma veramente carini e capaci di farvi vedere Kyoto con gli occhi di chi ci vive. 

Adesso quindi rilassatevi e preparatevi a camminare per la città insieme a noi.

cosa vedere a kyoto parte alta

Local Tips: I templi e i santuari di Kyoto

1. Tempio di Shisen-do

Tempio di Shisen do a Kyoto

foto Wikipedia

Il tempio si trova nel quartiere Higashiyama ed è fuori dalle tradizionali mete turistiche. Proprio per questo motivo passeggiare al suo interno vi trasmetterà una piacevole sensazione. Perché forse, per la prima volta, riuscirete ad essere a stretto contatto con la natura e ad ascoltare i suoi affascinanti rumori

LOCAL TIPS
I periodi migliori (in generale per visitare Kyoto ma soprattutto questa attrazione) sono la primavera (quando i cespugli si riempiono di fiori bluastri) oppure l’inverno (se siete fortunati vederlo con la neve è uno spettacolo impagabile).

Come arrivare
Dalla Stazione di Kyoto prendere l’autobus n.5 fino alla fermata Ichijokji-kudari-matsumachi. Da lì sono esattamente 5 minuti a piedi.

2. Tempio di Enkō-ji

Enkoji Temple kyoto

Non molto distante dal Shisen-do Temple e facilmente raggiungibile a piedi, troviamo questo santuario davvero top in autunno grazie agli spettacolari colori del foliage degli aceri che vanno dal giallo al rosso vivo.
Circondato da una mini foresta di bambù che crea un’atmosfera molto rilassante vi permetterà di immergervi nella spiritualità dei monaci che vi soggiornano.

LOCAL TIPS
Non perdetevi il giardino di pietre, meglio noto come “Karesansui”. Venne progettato per promuovere la meditazione e la contemplazione, con una disposizione armoniosa di rocce, ghiaia e piccoli cespugli.

3. Tempio di Tanukidani-san Fudō-in

tempio dei tanuki a kyoto

Sì. lo sappiamo che vi avevamo detto che sarebbe stata una giornata rilassante ma, se volete vedere per bene Kyoto, dovete anche un po’ sudare 😉

Questo tempio è bellissimo e il panorama che vedrete una volta arrivati non vi farà rimpiangere della camminata. Infatti è situato sulle pendici di una montagna, il percorso per arrivare in cima non è dei più comodi ma ne vale sicuramente la pena. Si parte da una strada asfaltata e si procede salendo un bel po’ di gradini per circa 1 km.

Lungo tutto il percorso è possibile trovare tantissime statue di Tanuki, i procioni giapponesi un tempo ritenute creature soprannaturali in grado di cambiare forma, e con una caratteristica davvero particolare, la grandezza spropositata dei testicoli.

tempio dei tanuki a kyoto

I tanuki al tempio

Pausa pranzo

Dopo questa bella passeggiata è arrivato il momento di riempire la pancia. Anche in questa terza giornata vi suggeriamo di fermarvi a pranzare in un ristorante tipico. Anche mangiare rappresenta sicuramente una delle principali cose da fare a Kyoto in 3 giorni. Il motivo? Ci sono talmente tanti piatti tipici che è un peccato non scoprirli.

LOCAL TIPS
A piedi arrivate nella zona di Ichijoji, meglio conosciuta come via del Ramen(vi consiglio questo Kyomenya, 15-4 Ichijoji Akanomiyacho, Sakyo Ward, Kyoto, 606-8182) dove potrete gustarvi un buon piatto caldo, passeggiare per i negozi tipici e scoprire caffetterie molto carine.

4. Santuario Shimogamo-jinja

Santuario Shimogamo-jinja

foto Wikipedia

Immerso nel verde della vegetazione spicca per la sua architettura tradizionale di colore rosso fuoco. Anche questo santuario, come i precedenti, vi farà immergere nella cultura giapponese e vi permetterà di esplorare Kyoto come non l’avreste mai fatto. Facilmente raggiungibile a piedi, è conosciuto perché molti giapponesi vi si recano per pregare per buon auspicio, ma anche per partecipare a eventi stagionali come il festival Matsuri (una delle più grandi festività di Kyoto).

5. Funaoka onsen

Funaoka onsen kyoto

Sempre nella zona dei tempi è possibile trascorrere qualche ora in un tradizionale bagno pubblico giapponese per rilassarsi.

LOCAL TIPS
Tra le tante cose da fare a Kyoto non potete sicuramente perdervi questa esperienza. Soprattutto dopo una giornata passata a camminare vi rigenererà sicuramente. Portatevi un cambio pulito mentre potrete acquistare direttamente all’interno tutto il necessaire per lavarvi (sapone, asciugamani, ciabatte).

A questo punto speriamo di aver soddisfatto la richiesta sul cosa fare a Kyoto in 3 giorni e avervi fatto conoscere non solo attrazioni già note ma anche piccole perle da portare nel vostro cuore.

Prendete un bus per tornare in albergo oppure in stazione nel caso dobbiate prendere un treno per recarvi in un’altra località.

 

Ti piacerebbe fare un VIAGGIO ALLA SCOPERTA DEL GIAPPONE oppure iniziare a STUDIARE IL GIAPPONESE? Ti aiutiamo noi! Scopri i nostri corsi di Giapponese o il nostro supporto al viaggio

Ricorda di partire assicurata/o!
Usa questo link per avere uno sconto del 10% per la tua assicurazione di viaggio.
Questo link è un link affiliato, significa che quando effettuerai l’acquisto tu riceverai un sconto e io un piccola commissione che mi aiuterà a coprire le spese di questo sito per continuare a condividere tante informazioni con tutti voi! 
Ti è stato utile questo post?

 

Guenda e Takaya

Guenda e Takaya

Ciao, sono Guenda e qui con me c’è anche Takaya
Credo che conoscere una persona sia un aspetto chiave per decidere se affidarsi a lei come insegnante, consulente o collaboratrice.

Speriamo che raccontarti il nostro percorso possa farti capire perché siamo qui adesso e quali sono i valori, le motivazioni e, non meno importante, il nostro percorso formativo.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *