Perché studiare il giapponese?

STUDIARE GIAPPONESE | 0 commenti

I miei 3 motivi del perché studiare il giapponese

Non è facile capire quali sono i motivi per studiare una lingua come il giapponese.

Capire come scegliere tra una lingua europea o una asiatica? Cinese, giapponese, coreano come scegliere quella migliore?

Ciao, io sono Guenda, sono laureata in lingua giapponese e in questo post ti racconto la mia esperienza e opinione in merito!

Chiedetevi innanzitutto quanto è forte la voglia di studiare giapponese. Sicuramente non è una lingua semplice a primo impatto quindi la motivazione per iniziare il suo studio deve essere forte.

Questi, a mio avviso, i 3 punti da tenere a mente al momento della scelta.

1. L’amore per il Giappone

Siete appassionati di manga? Oppure della cultura cinese? Magari della cucina coreana? Insomma, vi affascinano le lingue orientali ma non sapreste da dove partire?

Un viaggio che avete fatto, una persona conosciuta, la lettura di un libro oppure semplicemente capire le parole di una canzone… Qualsiasi cosa, può essere un buon punto di partenza, basta che ci sia un motore di motivazione che vi spinga a buttarvi a capofitto nello studio della lingua giapponese, perché (spoiler!) per impara una lingua serve tanta tanta tantissima motivazione.

In particolare, se deciderete di fare un viaggio in Giappone, e conoscete anche in minima parte la lingua del. posto, vi farà vivere un’esperienza completamente diversa! Dalle parole scambiate con le persone del posto, al poter dare un senso alle scritte che tappezzano i treni e i palazzi. Conoscere, anche solo pochissime parole in giapponesi vi darà un’enorme soddisfazione! 

2. Gli sbocchi lavorativi

Gli sbocchi lavorativi che studiare il giapponese può portare non sono da sottovalutare, ma attenzione, servono tempo e dedizione!

In linea di massima oggigiorno si tende a dire che bisogna studiare il cinese per accedere al “mercato del futuro” ma, per quanto mi riguarda, mi sento di dissentire da queste generalizzazioni. Credo sia molto riduttivo pensare alla competenza linguistica come qualità sufficiente per trovare un lavoro. Quando si appresta a iniziare un nuovo corso di studi è sempre difficile immaginare cosa realmente servirà quando ci dovrà cercare un lavoro: conoscenze teoriche, competenze, skills e anche una sana passione per quello che si fa sono gli ingredienti principali nella ricerca di un lavoro e che si formano soprattutto nel corso degli anni.

Fare un’esperienza di studio e lavoro in Giappone

Il Giappone conta circa 120 milioni abitanti e offre molto a livello di possibilità lavorative, ma alle sue condizioni! Sicuramente conoscere la lingua è una delle prerogative principali se si vuole lavorare nel paese del Sol Levante!

Se deciderete di studiare in Giappone sappiate che, durante il vostro soggiorno studio potrete lavorare part-time (in modo non solo da migliorare la lingua ma anche per arricchire il vostro CV). In Giappone infatti, c’è una grande cultura dei lavori part-time! Non è difficile trovarlo anche per chi parte da un livello linguistico base.

Per me è stata un’ottima esperienza: durante la mia esperienza sono riuscita a dedicare tempo alla formazione e parallelamente ad acquisire esperienze lavorative e impostare una metodologia del lavoro molto precisa e organizzata tipica giapponese. Ovviamente conciliare studio e lavoro credo sia un’esperienza da fare un po’ ovunque (anche nel proprio Paese o in altre parti del Mondo).

La lingua giapponese è studiata da molti stranieri. Ogni anno vanno a studiare in Giappone più di 300 mila studenti internazionali, di cui quelli europei sono solo un 3.3% (Jasso, 2019). Le persone che iniziano a studiare giapponese in Italia a livello universitario, e non, sono in continuo aumento, ma sono molto meno quelle che, finito il percorso di studio, continuano a lavorare con la lingua.

Raggiungere un livello della lingua con cui si possa lavorare NON è semplice, né tanto meno immediato. Un’esperienza all’estero e anni di studio sono necessari. 

Se stai pensando di intraprendere lo studio del giapponese per lavoro credo sia una motivazione ottima!  Ovviamente mi sento di dirti che se deciderai di studiare una lingua asiatica non basta solo lo studio universitario. Dovrai, a un certo punto, fare un’esperienza all’estero. Se sei disposta/o a prendere questo impegno ti dico che il giapponese fa per te!

3 Passione linguistica

Ultimo ma non per importanza c’è anche un altro aspetto: l’amore e la passione per una lingua diversa dalla propria.

Carlo Magno diceva: “Conoscere una seconda lingua significa possedere una seconda anima”

Impossibile non pensarci quando si parla di giapponese!

Studiare una lingua ti apre un nuovo mondo. Una porta su una realtà nuova e totalmente inesplorata. Immagino tu possa essere familiare alle lingue neolatine come il francese lo spagnolo e sicuramente conosci l’inglese. Ma lì si a a che fare sì con lingue straniere ma nell’apprendimento si è facilitati da una cosa che è totalmente nuova se si decide di studiare il giapponese: i caratteri.

Studiare il giapponese ti fa mettere in discussione tutta l’impalcatura mentale che caratterizza le lingue che hai incontrato fino adesso. Il giapponese è diverso per scrittura, grammatica, ma soprattutto per il modo di comunicare. 

Ed è sicuramente anche questo il fascino di imparare una lingua orientale. Affacciarsi a un mondo linguistico tutto nuovo. Ricco di affascinanti scoperte e, perché no, sfide!

E tu, sei pronto a studiare il Giapponese? Se ti va di metterti in discussione io posso aiutarti!

Con i nostri CORSI DI GIAPPONESE avrai la possibilità di studiare una nuova lingua seguendo un piano di studio personalizzato e totalmente fruibile online. Io e Takaya ti aiuteremo a destreggiarti in questo nuovo mondo e, se poi ne avrai voglia, potrai partire e venire in Giappone con noi alla scoperta di questa affascinante lingua!

corso di giapponese

Guenda e Takaya

Guenda e Takaya

Ciao, sono Guenda e qui con me c’è anche Takaya
Credo che conoscere una persona sia un aspetto chiave per decidere se affidarsi a lei come insegnante, consulente o collaboratrice.

Speriamo che raccontarti il nostro percorso possa farti capire perché siamo qui adesso e quali sono i valori, le motivazioni e, non meno importante, il nostro percorso formativo.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *